Il giorno prima dell’intervento

Cronaca

E’ cominciato il conto alla rovescia.
Domani alle 8 devo presentarmi in accettazione. In corpo ora ho il liquido di contrasto per il linfonodo sentinella, oltre a 2 vistose croci blu disegnate con pennarello indelebile. Hanno preso la mira. Domani a quest’ora da quelle due croci, immagino, usciranno i tubi di drenaggio.

La giornata è cominciata con le nere impiegate dell’ospedale addette alla cura delle cartelle cliniche. Non un saluto all’arrivo, non un incrocio di sguardi.
Come devono amare poco il loro lavoro.

Stamattina, nonostante gli sforzi, sono stata sopraffatta dalle emozioni. Non appena parlavo con qualcuno, gli occhi si appannavano pieni di lacrime. Comincio a conoscere questi stati d’animo. La sola soluzione che sono riuscita a trovare è stare un pò da sola. La solitudine in questo senso aiuta a non farmi travolgere dal panico.

Mio figlio è contento che il grande giorno stia per arrivare. Vorrei vedere il mondo con i suoi occhi.
Per ora continuo a testa bassa, nell’imposizione madornale di non crearmi aspettative.

 

 

Annunci